Piccoli brividi di Capodanno: chi ci arriva al 2019?


Un delizioso programma per star svegli la notte di Capodanno fra libri, film e giochi da scaricare tutto ispirato a Piccoli brividi.  

Il segreto di tutto il nostro programma sarà la suspance, un modo molto semplice per non addormentarsi ai cenoni, come sicuramente vi sarà capitato, anzi per non addormentarsi per giorni fino alla Befana.

Primo step

Procuratevi dei libri di L.R. Stine: giusto per cominciare la serata, ma non troverete libri sul Natale, perché nella saga Piccoli brividi non ci sono, tranne il famoso “Vampiro di ghiaccio” che è del tutto introvabile (o almeno per me). Io posso darvi qualche suggerimento parlandovi dei libri che ho letto ultimamente come “Il mostro delle nevi a Pasadena”, “Mano di mummia” e “Il mistero dello scienziato pazzo” ma altre recensioni come la “Maschera maledetta” e il “Barattolo mostruoso” potete trovarle nel blog. L’unico racconto che si dovrebbe svolgere nel periodo natalizio è “Mano di mummia” ed è ambientato al Cairo, in Egitto. Poi se volete proprio esagerare potete anche leggere “Il pupazzo parlante”, uno dei più famosi che ha ispirato anche il film, di cui poi vi dirò.  

  • “Il mostro delle nevi a Pasadena” mi è piaciuto molto, forse il più bello della saga, se pur non sia spaventoso, come ci si aspetterebbe. La storia mi ha colpito, soprattutto quando le speranze sembrano perse e sembra la fine per i protagonisti che rimangono bloccati in una baita sperduta… di più non vi dico. La cosa comica è che nel mostro di Pasadena, la famiglia protagonista in Agosto va in Alaska alla ricerca di questo spaventoso mostro delle nevi, mentre in “Mano di mummia” i protagonisti vanno al Cairo, a Natale per visitare una piramide. Come nel famoso “Chi ha il pane non ha i denti e chi ha i denti non ha il pane”. Senza contare che i personaggi del primo libro mi hanno dato un’idea di avidità, infatti la guida scappa e in un atto egoistico si porta la neve a casa. Ma viene punito perché la neve è magica e qualsiasi cosa tocchi diventa ghiacciata. Tutto si risolve liberando il mostro, o quasi tutto… 
  • “Mano di mummia” invece è un libro molto carino, ma forse mi aspettavo qualcosa di diverso, perché sembra parlare di una mostruosa mummia, invece parla di tutt’altro... il mostro non è la mummia ve lo anticipo.  Comunque sono sicuro che  questa lettura potrà sicuramente soddisfarvi. Un libro molto strano, in cui i protagonisti sono chiaramente a caccia di guai, visto che decidono di visitare una piramide pericolosa ignorando tutti gli avvertimenti. 
  • “Il mistero dello scienziato pazzo” è un libro molto bello e soprattutto pieno di mistero. Parla di una famigliola discreta, ma il padre, che si comporta in modo strano da qualche settimana, sembra si stia trasformando in una pianta! Il libro in se mi è particolarmente piaciuto, soprattutto perché in questo caso la curiosità, che di solito non è mai positiva, si rivela la loro salvezza. Il libro non fa molta paura, il classico colpo di scena alla fine del libro, che ovviante non vi svelerò, è molto meno terrificante di quello del mostro di Pasadena. Non sono riuscito completa mente a capirlo, di sicuro la scrittura è molto leggibile, ma non so come non ho capito subito certi argomenti, ma sono sicuro che vi piacerà.

Secondo step
  • Quando siete già un po' in tensione è il momento di vedere il film. Il primo film "Piccoli brividi" è uscito a ottobre 2015 diretto da Rob Letterman con Jack Black, è molto particolare con colpi di scena e magia, invece il secondo film mi è sembrato un tentativo  di risparmiare sul budget, quindi lo ritengo un colpo basso, rispetto al primo film che è molto bello e ben pensato.

Il primo film da un'idea di creatività, il secondo sembra ristretto, limitato, fra la qualità dei due c’è molta differenza.  Quindi secondo me, la possibilità di un terzo film è quasi del tutto scontata.



Terzo step 

Per finire la serata vi consiglio di installarvi l’app “PiccoliBrividi”, che trovate su Google play per capodanno vi aiuterà a non addormentarvi non solo durante i soliti cenoni soporiferi, probabilmente non dormirete più fino alla Befana. Ecco qui alcuni commenti divertenti che ho trovato in rete.    
  • Stupendo. (commenta una ragazza il 24 di dicembre !!!!!) È uno dei miei giochi preferiti. Solo che quando vedo quella zombie mi prendo d'ansia e resto nascosta per 10 ore. Però è un gioco bellissimo. Spero che facciate presto degli aggiornamenti. 
  • Fa un po’ di paura, però per il resto, una app bellissima, vi chiedo per favore potete mettete meno mostri per favore ? Togliete il pagliaccio assassino grazie. 
  • Per tutti quelli che non sanno cosa devono fare, dopo aver preso le 3 pagine nel 1 livello. Bisogna andare in sala per intrappolare Slappy, cioè il pupazzo che sta nella copertina del gioco.  
  • Allora è bellissimo, fatto bene, ma credetemi fa morire dalla paura, e sono ancora al primo capitolo. Perché come sento la ghoul mi spavento, resto nascosta almeno per 3 ore.
Io sono un amante di Piccoli Brividi, sia del film e sia dei libri. Questo gioco mi piace molto ma l’ho disinstallato perché mi faceva paura anche solo averlo sullo smartphone.

Se riuscite a sopravvivere a tutta la notte, Slappy a mezza notte verrà ad augurarvi 

"Buon anno AH AH AH AH"

Commenti

  1. Jackpot City is also be|can be} available in an absolute TON lf languages, including English, dansk, Deutsch, Francais, Nederlands, Norsk and Espanol. Even although we also talked about that there aren’t that many different groupings of games apart from Jackpots, Video Poker, Table Games, and Slots, these are actually enough as they're. Since the web site} exhibits as many as eight games per line, find a way to|you presumably can} simply view a lot 온라인카지노 of the games shortly, without having to scroll, and scroll, and scroll. Something we’re sure you’ll also like is the fact that|the fact that} all the games load on the identical time so that you don’t need to keep prompting the site to show out|to indicate} you more.

    RispondiElimina

Posta un commento